nov 162017
 

Europe_flags
Anche quest’anno il nostro istituto e’ capofila di un progetto internazionale che coinvolge al momento 13 scuole Europee, da Turchia, Liechtenstein, Polonia, Spagna, Portogallo e Italia. Le classi delle varie scuole si incontreranno in videoconferenza, usando l’inglese come lingua comune. Si svolgera’ un torneo di scacchi online fra le varie squadre, sulla piattaforma caricata sul sito web del nostro Istituto. Parteciperanno al torneo i ragazzi che si iscriveranno al Club di scacchi pomeridiano che comincera’ a breve presso la scuola Frati. Il progetto denominato “International Chess Challenge”, si tiene sulla piattaforma eTwinning, luogo di incontro per insegnanti e studenti di tutta Europa.

 Posted by at 17:59
set 272017
 

chess

A partire da Novembre gli alunni della scuola primaria del nostro istituto, potranno partecipare al Club degli Sacchi, che sara’ aperto ogni mercoledi’, per 20 incontri, dalle 16.45 alle 18.15. I ragazzi delle varie classi potranno giocare, migliorare le proprie capacita’, partecipare a tornei interni all’istituto e internazionali online. La sede del corso, in base al numero delle iscrizioni, sara’ scelta tra le scuole di Frati, Vado e Capezzano. Per segnalare il vostro interesse all’iniziativa potete parlare con l’insegnante di classe.

 Posted by at 15:41
lug 252017
 

Il giorno 11 maggio 2017 le insegnanti e gli alunni delle classi V C/D di Capezzano hanno effettuato una visita guidata lungo il percorso della via Francigena, accompagnati dall’esperto signor Luca Santini.

Una tappa del percorso è stata la visita al Museo Archeologico di Camaiore, dove i ragazzi hanno potuto prendere visione dei documenti e dei reperti collegati all’itinerario della via Francigena. Le spiegazioni sono state interessanti e gli alunni sono apparsi motivati ad approfondire l’argomento trattato.

A conclusione del tragitto,  Luca Santini ci ha portato a visitare l’Ostello del Pellegrino presso la Badia ed anche qui i ragazzi hanno mostrato vivo interesse per tutto quello che ha riguardato questa piacevole esperienza.

 

 Posted by at 11:49
lug 252017
 

 

 

Le insegnanti delle classi V C/D hanno partecipato al concorso del 25 aprile a Marignana con degli elaborati parole-immagini prodotti dai ragazzi, che  sono stati premiati e il 25 aprile le docenti ed alcuni allievi si sono recati a Marignana per essere presenti alla premiazione.

 Posted by at 11:45
lug 252017
 

 

 

Le classi V C e V D della Scuola Primaria “F. Gasparini” hanno aderito per il secondo anno consecutivo al progetto “A scuola di cavallo” promosso dalla FISE (Federazione Italiana Sport Equestri) e coordinato nel nostro Istituto dall’insegnante Fleda Zappelli.

Il progetto di grande valenza educativa ha come obiettivo principale l’avvicinamento dei bambini allo sport equestre per promuovere un apprendimento cognitivo, relazionale ed affettivo attraverso la valorizzazione del cavallo come mediatore.

Il progetto si è realizzato in due fasi: una teorica ed una pratica.

La parte teorica è stata curata dai tecnici del maneggio “Dunia Ranch” di Pietrasanta che sono venuti in classe per presentare nozioni fisiche e morfologiche, nonché metodi per il mantenimento, l’alimentazione e la cura del cavallo ed hanno fornito inoltre basilari informazioni di etologia per consentire ai bambini di rapportarsi adeguatamente al cavallo.

La parte pratica si è svolta presso il “Dunia Ranch” nei giorni 10 e 11 aprile 2017. Qui i ragazzi hanno avuto l’opportunità di familiarizzare con gli animali espletando pratiche di cura e pulizia, cimentandosi inoltre nella cavalcata, guidata da tutor, di pony anche con carrozzella.

Erano presenti, oltre alle scolaresche ed ai docenti, i responsabili della struttura, l’insegnante Fleda Zappelli coordinatrice del progetto, l’istruttore FISE e Comandante della polizia municipale di Camaiore Claudio Barsuglia, organizzatore delle giornate ed altri rappresentanti della FISE.

La lezione è stata ripresa dai giornalisti della Rai ed il servizio è andato in onda il giorno 12 aprile 2017 durante il TG regionale.

 

Guarda il video:

http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/media/cavalli-per-bambini-7fb41399-c3b3-4e25-ad41-58dcc7137294.html

 

 Posted by at 11:41
lug 252017
 

L’amore per l’arte e per lo sport hanno ispirato i ragazzi delle classi V C e V D della Scuola Primaria “F. Gasparini”
nella realizzazione dei bozzetti per la partecipazione al concorso di disegno “Trofeo Medusa”
organizzato da Assonautica Lucca-Versilia e riservato alle scuole primarie del Comune di Camaiore.

La giuria ha dichiarato vincitrice la classe V D dell’Istituto Comprensivo “F. Gasparini”.
La cerimonia di premiazione si è svolta presso il Museo della Marineria di Viareggio il giorno 26 maggio 2017, durante la conferenza stampa di presentazione della IV edizione del Memorial Vincenzo Simonini.
Erano presenti alla conferenza il Presidente di Assonautica Lucca-Versilia Alessandro Cinquini, i delegati delle Amministrazioni dei Comuni di Massarosa, Viareggio e Camaiore, il Vice Comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio Federico Giorgi.

I giornalisti presenti alla conferenza hanno redatto un articolo che è stato pubblicato su TGREGIONE.IT il giorno 26 maggio 2017.

Leggi l’articolo:
https://www.tgregione.it/eventi/iv-memorial-vincenzo-simonini-diletta-carli-sara-madrina-dellevento/

Con il bozzetto vincitore del concorso è stato realizzato il trofeo in stampa 3D che domenica 11 giugno 2017 è stato consegnato al più giovane partecipante alla gara di nuoto pinnato del “Memorial Vincenzo Simonini”.
Il premio è stato consegnato dall’alunno della classe V D che ha realizzato il disegno ispiratore del bozzetto.

 

 Posted by at 11:32
mag 192017
 

armonia
“ARMONIA E BELLEZZA DEL CREATO”

Venerdì 12 maggio 2017, nel giardino dell’Istituto Comprensivo “Don Milani” di Viareggio, si è svolta la seconda edizione della giornata della fratellanza per la pace.
Alla manifestazione hanno partecipato gli alunni e i docenti della Scuola Primaria e Secondaria di primo grado dell’I.C. “Don Milani” e per l’I.C. Camaiore3 le classi 3e B e C della Secondaria di primo grado e le classi 5e C e D della Primaria Gasparini.
Questo percorso è nato dal desiderio di sensibilizzare le coscienze delle nuove generazioni verso l’armonia e la bellezza del creato partendo dall’ecologia umana.
La manifestazione si è svolta in un clima sereno e armonioso dove gli alunni sono stati attori e spettatori di un mondo iconico, in cui i quattro elementi fondamentali della natura – aria, acqua, terra e fuoco – attraverso la danza hanno espresso l’armonia che contraddistingue l’Universo. Armonia delicata e preziosa che l’intervento spesso inappropriato dell’uomo può incrinare.
I rappresentanti delle tre religioni monoteiste Ebraismo, Cristianesimo e Islam hanno dato ciascuno, in base alla propria sensibilità, delle indicazioni su come apprezzare la bellezza del creato e come proteggerla.
Erano presenti alla manifestazione i Dirigenti dei rispettivi Istituti dott.ssa Nella De Angeli e dott.ssa Primetta Bertolozzi, due referenti dell’Ufficio Scolastico Provinciale ed altre personalità del mondo della scuola.
La giornata è stata coordinata dagli insegnanti Emiliano Colombi e Angela Raccioppoli con la collaborazione dei docenti Sara Dinelli, Anna Maria Fontani, Franco Benassi e Giuseppe David.

 Posted by at 06:21
set 122016
 

 

schoolLe classi 1^ della scuola primaria “GASPARINI” osserveranno in settembre il seguente orario:

Dal 15/09 al 23/09 : orario 8,45 – 12,15

1^A – gli alunni entrano ed escono dalla porta dell’aula lato giardino
1^ B e 1^C – gli alunni entrano dall’atrio ed escono dal cancello principale
Dal 26/09 al 30/09 : orario 8,25 – 12,15.

Entrate e uscite come sopra

 Posted by at 15:32
giu 252016
 

“Parlare” del silenzio è un’attività molto complessa e, contemporaneamente, semplice e profonda.Viviamo in un’epoca in cui è difficile concepire l’idea di una vita disgiunta dal rumore. Il nostro modello di società, insieme alla paura profonda di vivere il silenzio, ha creato una cultura basata su un attivismo talvolta frenetico, sulla rimozione della nostra dimensione interiore e sulla separazione dalla natura.

Il silenzio permea in realtà le nostre giornate; si tinge delle tante sfumature della nostra quotidianità: di stupore, sospetto, saggezza, coraggio, mistero, solitudine, orgoglio, depressione, delicatezza, collera, gioia inesprimibile.

Nel nostro Istituto Comprensivo, con le classi 5° B e 5° C della Scuola Primaria, abbiamo deciso di affrontare ed analizzare il tema “silenzio” sotto due aspetti distinti ma necessariamente interdipendenti.

Da un primo punto di vista abbiamo concentrato la nostra ricerca sul “silenzio attivo”: il silenzio che può essere colto dall’essere umano grazie a un preciso orientamento interiore della coscienza: uno stato della mente di per sé inclusivo della dimensione interiore e dell’ambiente esterno, nel quale il soggetto assume una modalità consapevole di attenzione, di apertura, di ascolto. Silenzio come necessità, come vera e propria urgenza per non essere risucchiati nel vortice di un attivismo ad oltranza e per ricreare i legami spezzati tra l’essere umano e l’ecosistema. Riconoscere il valore del silenzio e concedergli spazio significa orientare complessivamente il nostro sguardo sulla vita: un contatto profondo con l’interiorità, una precisa modalità di relazione con gli altri, un modo di guardare il mondo, di collocarci in esso e di contribuire a crearlo.

Consapevoli di ciò, l’attenzione sull’altra accezione del termine: un silenzio ingannatore, indifferente, omertoso, spesso interessato e complice, sempre e comunque doloso, che si ripropone anche oltre i nostri confini. Il silenzio della comunità internazionale e dei paesi del Nord del mondo rispetto alle condizioni di estrema miseria e indebitamento di molti paesi del Sud del pianeta, e rispetto alle grandi migrazioni; il silenzio rispetto allo sfruttamento incontrollato delle risorse naturali, alla distruzione e all’alterazione dell’ambiente, al riscaldamento globale, all’inquinamento e agli altri danni alla “casa comune” causati dall’indifferenza di un’economia e di un mercato nelle mani di pochi rispetto ai principi etici e dalla sottomissione della politica alla finanza; al riciclaggio di denaro, al traffico di armi, allo sfruttamento dei bambini e delle bambine, alla criminalità e al terrorismo, ai fenomeni di corruzione su scala mondiale; il silenzio rispetto alla violazione dei diritti primari ed essenziali dei bambini, degli adolescenti, di ogni persona, in qualsiasi contesto nazionale e continentale; il silenzio rispetto al ricorso alla guerra, al riarmo, alla costruzione di basi militari, come forme e strumenti di dominio politico ed economico e strumenti di soluzione delle controversie tra gli Stati.

Gli alunni scelgono il coraggio della parola, della comprensione, della denuncia, della partecipazione, della responsabilità. Quel coraggio che, in tutto il pianeta, ha visto e vede i ragazzi e i giovani lottare contro le ingiustizie del sistema e per i diritti dei loro coetanei e degli adulti.

Il metodo d’indagine seguito ha sfruttato i diversi canali (creativo, logico, temporale …) ed utilizzato i vari strumenti (ricerca tramite lettura di testi; ricerca di grafici, canzoni, video, frasi celebri in “rete” …) proposti dai ragazzi ed è stato alimentato dalle loro richieste continue di approfondimento.

Il percorso di riflessione interdisciplinare è convogliato in produzioni di carattere narrativo, poetico, grafico/pittorico e teatrale-musicale originali ed aperte a tutte le accezioni che i bambini hanno voluto assegnare, a seconda del loro vissuto e delle competenze acquisite, al grande tema del “silenzio”.

Apice del progetto è stato formulare proposte regolative in merito all’abbattimento della corruzione, che

“denuncino” l’omertà ed allarghino la schiera dell’onestà.

La partecipazione a due importanti attività è tutt’ora in corso:

– gli alunni hanno portato in scena lo spettacolo teatrale-musicale “SILENZI A PIENA VOCE”, auto-prodotto con l’aiuto dell’esperto teatrale Luca Barsottelli, presso il Teatro Comunale “Teatro della Scuola” di Bagni di Lucca. La partecipazione alla XXIII Rassegna Regionale di teatro è stata proficua ed appassionata. I bambini hanno avuto un’importante segnalazione del Comitato Artistico del Teatro per la prossima Rassegna di Teatro a Bellusco (MB) per Maggio 2017 (allego fotografia del giudizio del Comitato e premio “il figurinaio”)

-le classi hanno partecipato al Concorso Nazionale “IL SILENZIO E’ DOLO”, dell’Associazione “Avviso Pubblico”, pubblicando le loro opere (pittoriche, fotografiche, poetiche e video) sulla pagina facebook dell’Associazione: “Il silenzio è dolo. Siamo l’Italia che sceglie il coraggio”. Al giudizio della giuria si aggiungono i “like” raggiunti. Il Concorso è tuttora in corso e si prevede di conoscere gli Istituti premiati nel corso del mese di Luglio. La cerimonia di premiazione avrà luogo nel corso del prossimo anno scolastico. All’interno di tale ultima iniziativa la Scuola ha intitolato il proprio atrio scolastico alla Signora Laura Morvillo, magistrato (vedi fotografie e slides di presentazione), moglie di Giovanni Falcone, brutalmente uccisa nell’attentato di Capaci. La Signora Morvillo, come dimostrano le poesie dei bambini, è stata scelta perché “vicina” a tutti i bambini del mondo, grazie alla sua opera come magistrato per la difesa dei diritti dell’infanzia presso le Scuole e i Tribunali siciliani.

 

Elenco scuole premiate dal Teatro della Scuola di Bagni di Lucca

Poesie delle classi VB e VC della scuola Gasparini

VIDEO PREMIAZIONE TEATRO DELLA SCUOLA , 14 MAGGIO 2016 (NOI TV)

VIDEO IL SILENZIO E’ DOLO. SIAMO L’ITALIA CHE SCEGLIE IL CORAGGIO.

METTIAMO IN VERSI IL CORAGGIO:

https://www.facebook.com/lottallemafie/photos/a.984869448229471.1073741835.834521013264316/984872384895844/?type=3

https://www.facebook.com/lottallemafie/photos/a.984869448229471.1073741835.834521013264316/984872374895845/?type=3

https://www.facebook.com/lottallemafie/photos/a.984869448229471.1073741835.834521013264316/984872368229179/?type=3

COLORIAMO IL CORAGGIO:

https://www.facebook.com/lottallemafie/photos/a.983303541719395.1073741833.834521013264316/983305908385825/?type=3&size=640%2C480&fbid=983305908385825

https://www.facebook.com/lottallemafie/photos/a.983303541719395.1073741833.834521013264316/983305901719159/?type=3&size=480%2C640&fbid=983305901719159

https://www.facebook.com/lottallemafie/photos/a.983303541719395.1073741833.834521013264316/983305898385826/?type=3&size=480%2C640&fbid=983305898385826

 Posted by at 11:16
set 142014
 

A Pietrasanta si è svolto il progetto artistico ”ho un sogno”, parte di “I have a dream”, un progetto internazionale sull’arte globale, la coltivazione e la pace, che verrà presentato alla Biennale di Vancouver 2014/2016, come una corale video-installazione. Tutto nasce dall’idea dell’artista indiana Shweta Bhattad.

Dal cielo saranno visibili le parole “I have a dream” realizzate con le colture vegetali in diverse lingue e parti del mondo.

L’artista Tatiana Villani, invitata a sviluppare il sogno in Italia ha scelto di coltivare il sogno a Pietrasanta convinta dell’importanza di unire varie realtà.

Ha presentato l’idea alla Rete per un Luogo Comune (che si occupa di creare comunità sul territorio, far incontrare associazioni e cittadini) con cui collabora, che ha abbracciato l’iniziativa attivando sinergie. All’interno della Rete diverse associazioni e cittadini hanno espresso la volontà di collaborare.

La coltivazione della scritta è stata possibile grazie l’ausilio della terra di Mariano Moriconi (fattore) e dell’attiva partecipazione di Silvina Spravkin, sua compagna e aiutante dell’attività famigliare (anche lei artista e parte della Rete per un LC) che tanto si impegnano nell’accudimento del sogno.

Di volta in volta si sono aggiunti cittadini e associazioni che hanno regalato tempo e competenze.

Anche il mondo degli artisti si è mosso per aiutare e quindi abbiamo avuto molti mezzi e supporti, di chi ha dedicato e sta dedicando tempo e speranze.

Si sono fatti molti incontri tutti documentati con testi e foto, che parlano della storia dell’inceneritore di Falascaia, di come coltivare in modo pulito e altro.”I have a dream” ci ha dato l’occasione per pensare una società armonica e solidale.

Alla fine si è svolta una festa in cui il raccolto è stato condiviso con la comunità che l’ha prodotto e successivamente il video di tutto il percorso verrà esposto in Biennale.

Per descrivere il progetto usiamo le parole di uno dei gruppi partecipanti: “Facciamo parte del Progetto “I Have A Dream”, per la Biennale di Vancouver, un progetto per l’arte globale, la coltivazione e la pace. Connettendo e creando comunità, tutto intorno al mondo e su un unica scena.”

Tra i vari cittadini che hanno conosciuto il progetto ci sono state due maestre, Graziella Canali e Vera D’Angiolo, della scuola elementare di Capezzano Pianore che l’hanno trovato molto formativo ed ci hanno permesso di far vedere l’installazione vegetale in corso di realizzazione agli studenti di 4° elementare.

Il 16 maggio ci incontriamo davanti alla fattoria con i ragazzi.

Ci presentiamo ed iniziamo a raccontare come è nato il nostro sogno.

Si decide di partire dall’argine della vasca di esondazione dell’inceneritore e raccontare la storia che ci hanno fatto scoprire quest’inverno gli adulti della zona.

Tra i bambini ci sono i figli di chi quella lotta l’ha combattuta e l’ha vinta, sono molto preparati perché, oltre all’esperienza famigliare, a scuola hanno frequentato laboratori e lezioni sulla gestione dei rifiuti, sul rispetto ambientale e sull’igiene alimentare.

Di ritorno dall’argine facciamo una merenda nel bel retro della casa.

Si ricomincia la passeggiata, subito l’attenzione dei bambini viene catturata dagli animali, dopo aver visitato la stalla si va verso la scritta.

Sono tutti eccitati, provano soddisfazione nel riconoscere agevolmente le lettere, è strano vedere una coltivazione di questa forma.

Tra le altre piante vediamo dei germogli di rucola e decidiamo di assaggiarne un po’.

Raccontiamo della rete mondiale che si sta creando intorno ad I Have a Dream, spiegando che ne siamo parte e invito tutti a tornare per la festa comunitaria che ci sarà in giugno.

Si torna verso la fattoria dove dobbiamo ancora visitare gli altri animali.

I conigli e le galline vivono qui, si possono visitare in piccoli gruppi.

I maiali sono più piccoli di quello che i bambini si aspettassero, sono di una specie semi selvatica.

E infine il cavallo “Maestrale”.

I ragazzi sono stati attenti e partecipi e ci hanno posto diverse domande.

 

 Posted by at 15:34